sabato 12 settembre 2009

Socialnetworkevolution


Muffins al malto e noci, inserito originariamente da la tartina.

Bill gates creò MSN, ed era cosa buona e giusta. Invece delle solite chat da forum, in cui potevi essere contattata benissimo da un pervertito come da un parroco (o entrambe le cose contemporaneamente), da qual momento sceglievi i tuoi contatti, li aggiungevi e ci potevi parlare, inserendo oltretutto emozionanti faccine che descrivessero appieno il tuo stato d'animo. Ne diventai appassionata seguace, tanto da stare a chattare con gli amici anche a notte fonda, presentando poi delle terribili occhiaie al mattino. Poi il momento di gloria toccò a Tom Anderson e al suo Myspace, trovata geniale. Potevi uploadare fotografie, creare album, personalizzare il profilo, esprimerti e far vedere agli altri chi eri. Divenne il mezzo principale per gli artisti di diventare famosi: gli Arctic Monkeys devono il loro meritato successo a questo veicolo di musica e informazioni. Ovviamente avevo il mio profilo anche lì, curatissimo, seguiva l'evoluzione del mio stile. Nacque con uno sfondo nero e fuxia da vera punk-emo-girl, ha passato la fase minimalista con foto d'autore in bianco e nero, ora è pure minimalista, ma più colorato e originale, con tanto di citazioni e gif in movimento. Lentamente, a cavallo tra il 2007 e il 2008, Myspace è stato però abbandonato. Marck Zuckerberg ebbe la malaugurata, ma fortunatissima idea di aprire Facebook. E luce fu. La novità, rispetto a Myspace, era il non celarsi dietro un nickname, ma presentarsi col proprio nome e cognome. Condividere video, foto e musica, chattare in tempo reale con gli amici in linea, personalizzare lo status con aforismi fulminanti o idiozie improvvisate. Pensate forse che tartina si sia sottratta all'evoluzione dei social network più in voga? Giammai. Facebook è diventato di epiche proporzioni: ci puoi trovare la vicina di casa come il maestro che vi insegnava a contare alla scuola materna. Purtroppo non viene più utilizzato per il nobile scopo di ritrovare persone che hanno fatto parte della nostra vita e che non abbiamo più visto (che poi magari loro non avrebbero neanche voglia, di rivederci). Facebook adesso viene usato per perdere tempo, principalmente (con tutta quella miriade di giochi!), per farsi gli affari altrui (secondo me è questo il vero scopo per cui è nato, sembra di essere in un grande Grande Fratello virtuale!), per parlare con persone che dal vivo non ti guarderebbero neanche con la coda dell'occhio, tentando un qualunque approccio. Facebook, come ogni cosa, ha i suoi pro e i suoi contro: certo è che può essere anche un pericoloso strumento mettere in piazza le proprie informazioni, pensieri ed opinioni personali, tant'è che molte aziende non assumono lavoratori provvisti di Facebook. Tuttavia non va neanche completamente demonizzato: in questo modo ci si può tenere in contatto con i nostri amici ovunque essi si trovino, e volete mettere il risparmio che si ha utilizzando i messaggi privati piuttosto che gli sms? Inevitabilmente però, anche Facebook sta per essere scalzato via. Come si chiama il nuovo spettro? Twitter, un servizio on-line che ti permette di far sapere che cosa tu stia facendo in quel determinato momento. Sembra strano che un network così ridotto ai minimi termini possa vincere quel bestione di Facebook. Eppure ce la sta facendo, e io, neanche a dirlo, ho già anche lì il mio account (che per il momento giace inutilizzato, riservato al momento in cui Twitter prenderà ancora più campo e Faccialibro si svuoterà). Che si voglia oppure no, questo è il futuro.
ore 15:10 tartina sta postando una nuova ricetta


Muffins al malto e noci

Ingredienti:

250 g farina 00
160 g zucchero di canna
2 uova
un vasetto di yogurt al malto
10 g lievito per dolci
60 ml olio di semi
10 cl latte
60 g noci spezzettate

Procedimento:

Unire gli ingredienti secchi (farina, zucchero e lievito) da una parte e quelli umidi (uova sbattute, latte, olio e yogurt) da un'altra. Quindi versare gli ingredienti umidi in quelli secchi e mescolare grossolanamente, lasciando il composto abbastanza granuloso ed unendo solo alla fine i gherigli di noce precedentemente spezzettati. Porre mezzo gerighlio di noce intero sulla sommità di ogni dolcetto. Infornare a 180° per 20 minuti.

10 commenti:

tesargento ha detto...

Io non ho facebook, non avevo myspace e non farò twitter.. se msn mi era sembrata una cosa buona e giusta, come dici tu, perchè mi lasciava mantenere i contatti diretti con l'amica conosciuta un'estate nel college inglese e che altrimenti non avrei mai più sentito, i social network mi hanno subito irritata. Mi davano l'impressione di venire strumentalizzata e continuamente sottoposta a giudizio. La richiesta di amicizia di qualcuno con cui ti scambi si e no un cenno di saluto, altro non è che una conseguenza del fatto che il nuovo status sociale non sono i soldi ma la quantità di contatti che puoi vantare. L'adesione a questo o quel gruppo, l'uso di questa o quella immagine, sono finalizzati a creare una precisa immagine di te. Ti prego dimmi velocemente quali sono le tue passioni così se ce le abbiamo in comune bene, sennò la facciamo finita. E poi le foto.. le ore che ho passato ad ascoltare amiche che spulciavano facebook cercando quella compagna delle medie che "oddio era così carina guarda com'è ingrassata lo sapevo che non avrebbe retto a lungo"
Diversamente da msn, dove devi dare il tuo contatto per essere raggiunta, su facebook chiunque può informarsi sul tuo nome e cognome e farti una richiesta d'amicizia, e giù con l'amletica questione "accettare o non accettare", perchè è vero che non ti è simpatico quello e sai anche che ti ha aggiunto solo per provarci con te mentre a te non interessa, ma se rifiuti fai la parte dell'acida antipatica e non ti va..
Insomma, con gli indiscutibili lati positivi che può avere (altrimenti non se lo sarebbe fatto mezzo mondo) io continuo a non condividerlo. Sarà anche carino ritrovare l'ex compagna di passeggiate sul corso, ma dopo un po' di "ti ricordi quella volta che" sono convinta che la conversazione vada via via scemando, l'interesse (che all'inizio era innalzato alla massima potenza dalla curiosità) perdendosi e ti ritrovi a dirti che forse se vi eravate così radicalmente perse di vista era perchè non avevate molto da condividere.
Alcune mie amiche sono in erasmus, ci sentiamo via mail, via skype e chattiamo in diretta su msn. Mi passano quella foto del tipo che hanno conosciuto e mammaquantoècarino, senza che sia anche il resto del mondo a vederla, mi dicono che gli manco senza che la dichiarazione d'affetto stia in bella mostra su una bacheca (la cui necessità davvero non vedo) e non passa giorno senza che ci sia almeno una riga a tenerci in contatto. Io guardo la mia lista di contatti, i miei numeri sul cellulare, le foto sul pc e sento di poter individuare con chiarezza e soddisfazione quali sono le mie relazioni vere, piene, significative. So che non saprei fare lo stesso in un mondo dove 300 persone commentano il tuo status ogni giorno, un po' per noia un po' per farsi vedere, un po' sicuramente per genuino interesse, mi renderebbe triste il pensiero di star perdendo qualcosa per me molto importante: dei veri legami.
Ciò detto, milioni di persone non si sentono intristite da facebook e affermano con costanza che non è affatto un mezzo per ampliare la loro solitudine ma il contrario. Com'è che si dice.. il mondo è bello perchè è vario
Buon week end
Tesh

Fiordilatte ha detto...

Povero msn, a me piaceva così tanto poi pian piano si è spopolato e ora mi tocca tenere facebook se vogli ocontattare i miei amici senza spendere soldi. Però non è vero che tutti vedono cosa fai :P. Esiste una cosa chiamata "Impostazioni privacy" dove è possibile nasconodere TUTTE le notifiche che ci riguardano. Ma soprattutto, è possibile nascondere dal wall principale le persone! Siamo stufi di vedere che test fanno e gli stati? Clicchi su nascondi e finsice lì. Secondo me, se usato con criterio fb è una risorsa. Io ho "nascosto" tutte quelle persone che abusano di fb e lo uso quasi solo con persone che "frequento" spesso. Ecco, si dovrei fare un po' di pulizia contatti. Twitter invece non mi attira, mi sono iscritta e cancellata subitissimo.

Questi muffin mi piacciono molto, immagino siano belli umidi grazie allo zucchero di canna :)

babi ha detto...

Ah si, ho sentito molto parlare di Twitter ultimamente, sono capitata su quello di Julia Allison da poco e poi su quello di alcune stiliste che ho trovato su Etsy. Non ha niente di che rispetto a fb, un profilo esemplicato al massimo, ma forse è proprio per questo che sta avendo successo. In effetti faccialibro ti mette troppo in piazza e questa cosa non piace a tutti. Io ormai non aggiorno più il profilo, ogni tanto metto qualche video, uso la chat o la posta privata (che trovo utili visto che ormai molti miei amici hanno abbandonato msn per fb). Comunque fb è utile se sai che uso farne. E' un ottimo modo per potersi tenere in contatto con tantissime persone, per poterle invitare a qualche evento e poter ricevere le adesioni senza dover mandare mail a tutti. Ha dei vantaggi da non sottovalutare. Andrò a cercare le Impostazioni privacy di cui parla Fiordilatte. Baciotti Tartina :)

p.s. per il test di medicina mi dispiace :( con tutti gli studenti che fanno il test ogni anno non basta studiare, bisogna avere anche una gran botta di culo (scusa l'espressione colorita), e non sempre la dea bendata è dalla nostra parte. Ma non devi scoraggiarti, per una porta che si chiude si spalanca un portone e col tempo ti rendi conto che è meglio che la tua strada abbia fatto quella svolta. E poi non è detto che dopo la laurea in Farmacia, o in qualunque altra facoltà tu scelga, non ti possa poi iscrivere in Medicina. Sai quanti colleghi infermieri, farmacisti, biologi, fisici, veterinari ho avuto? Molti, credimi! Ti faccio un grossissimo in bocca al lupo per il futuro!!!

manu e silvia ha detto...

Ciao! anche noi siamo un pò antagoniste rispetto al dilagare di facebook...è iniziato come un nuovo modo per comunicare...ed ora è semplicemnte qualcosa che và di moda!
Buonissimi questi muffin: il malto dolce con le noci sembra davvero un abbinamento saporito!!!
un bacione

micheblog ha detto...

bella questa rapida carrellata sui social network. Io però li ho vissuti di striscio, con disincantato e scarso coinvolgimento. Un blog mi basta e avanza e sto apposto per quanto riguarda il web 2.0.

Era il 1998 e per noi della generazione 1.0 (o anche 0.0) il massimo era andare sul sito della nasa e leggere in rudimentale html le ultime news.

Che ci importava? niente. Ma le attitudini che stimola la rete, evidentemente, sono sempre le stesse. :-)

Onde99 ha detto...

Ma non usa più invitare gli amici a cena? :-) Non so, io sono simposiodipendente e nono concepisco altro rapporto sociale che quello che si esplica di fronte a una tavola imbandita o anche a un bicchiere di vino o una tazza di the... o magari in un centro estetico... Pensa che vado ancora a pranzo con le amiche nell'ora di pausa... Sono proprio antiquata ;-) Mi terrorizza un po' questa specie di selezione dei candidati alle offerte di lavoro sulla base della loro appartenenza a facebook, mi terrorizza perché ne sono del tutto estranea, ma mi hanno informata che su FB ci sono ben due mie omonime!!!

eli ha detto...

Mia figlia, che come sai è tua coetanea, la pensa esattamente come te su Facebook!
Io appartengo ad un'altra generazione, noi facevamo salire la bolletta del telefono della famiglia, perchè era l'allora unico modo virtuale di comunicare, mi ricordo mia mamma che innervosita mi faceva il gesto delle "forbici" dopo 10 minuti di telefonata. Ma le telefonate "fiume" alle amiche mi piaciono ancora oggi ehehehe!

Questi muffin sono ottimi per la colazione o la merenda!

Buona settimana e un abbraccio :)))

Erborina ha detto...

yogurt al malto... dove lo compri? :)

tartina ha detto...

Sono contenta che i miei post siano oggetto di discussione... dovrò aprire uno spazio la mattina dal titolo "Il caffè di tartina" :-)

@tesh: Sai che io concordo su tutto ciò che hai detto? Però c'è anche da ammettere che Facebook non ha solo lati negativi, ma anche positivi. Come ha affermato Fiordilatte, sta a te poi decidere che uso farne, ma può essere anche molto utile! Io uso Facebook, ma non per questo sono sola o - peggio ancora, non ho veri legami. E' vero che molte volte, quei cuoricini lasciati in bacheca non hanno alcun significato, ma ciò rispecchia la superficiale società in cui siamo confinati, fatta in effetti di rapporti fittizi. Tuttavia, io so quando il commento di una persona nella mia bacheca è vero, e anche quando è stato scritto "così per fare, così per farsi notare, così per". Beata te, che con Skype e Messenger riesci a tenerti in contatto con tutti i tuoi amici, io ad esempio non potrei, visto che quasi nessuno di loro usa Skype e più o meno tutti hanno Facebook (e in questo modo riesco a tenermi in contatto con amici da tutta Italia e stranieri). Tesh, in realtà ti ammiro perché io, ormai stretta dalla dipendenza facebookiana, proprio non ce la farei a tirarmi indietro o ad eliminarlo. Ovviamente mi piacerebbe più conoscerti davanti ad un muffin e ad una tazza di tè che non dietro un monitor :) Baci

@Fiordilatte: Siano benedette le "Impostazioni privacy"! E anche il fatto di poter nascondere quei gruppi idioti dalla home! Concordo con te, e Twitter l'ho aperto quando mi sono ammalata a luglio, probabilmente perché non avevo di meglio da fare. Il mio profilo giace lì inutilizzato, neanche mi ricordo la password!
Mi piacerebbe tantissimo averti su Facebook, Fiordilatte :)
Sì, i muffins rimangono moBBidi moBBidi.

@babi: Babi leggi il nuovo post! Sono passataaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Che gioia, gaudio e ilarità :D
Eheh, tu puoi dire da Facebook che facci ha tartina! hahahaha
Crepi il lupo, comunque.

@manu e silvia: Avete proprio ragione, ora Facebook è quasi una moda, un "qualcosa che se non hai non sei avanti". Sì, malto e noci sta davvero bene ;)

@miche: Ahahahah con 3 righe mi hai fatto morire. Ebbene sì, è sempre colpa di quell'assurda curiosità verso una vita che non ci appartiene...

@Ondina: La storia degli omonimi è davvero inquietante. Il mio cognome è piuttosto strambo, non ne ho nessuno io. La pausa pranzo con le amiche mi piace moltissimo, Sere, fa così "Sex & The City" ahah! Ma anch'io mantengo legami di questo tipo, tuttavia li integro col Faccialibro :]

@eli: Ahahaha io uguale. Mia mamma ha - per fortuna, adottato una tariffa con cui spendiamo la stessa cifra al mese stando quanto tempo vogliamo al telefono... Io non finirei mai di parlare con le mie amiche. Telefonate di un'ora e passa trascorrono beate, senza avere la percezione del tempo che scorre. I muffins sono versatilissimi, in effetti ;) baci

@Erborina: Lo trovi in tutti i supermercati, cara Erborina. Yogurt al malto e cereali, c'è della Yomo, ma io preferisco Coop o Vipiteno ;)

Fiordilatte ha detto...

@eli: io ho dei ricordi bellissimi delle telefonate con le amiche ai tempi del liceo!E mica parliamo di preistoria, ma solo di 5 anni fa. Ora nessuno più chiama, tanto c'è fb. E' vero, il rapporto è meno diretto...ma la mia bolletta è scesa davvero tanto. L'idea di pote comunicare gratuitamente ha un che di geniale! L'unica persona che sento al telefono è il mio fidanzato...c'ha la tariffa flat, vogliamo mica sprecarla? :)

Cara Tartina, non trovo la tua mail per scriverti...quindi scrivimi qui: fiordilatte_appuntidicucina@yahoo.it e ti aggiungo molto volentieri! Fb è utile anche per tenere i rapporti con i foodblogger ;)