giovedì 17 settembre 2009

Seconda stella a destra


Pasta al pesto di pistacchi, inserito originariamente da la tartina.

Da bambina, se da un lato ero fortemente attratta dalle conversazioni sulla politica ed economia mondiale, dal fatto di poter guidare un'automobile, dai tacchi e dai trucchi, da un altro non avevo la minima voglia di crescere e diventare adulta. Mille domande si affollavano nella mia mente, tra cui: com'è possibile che da grandi non si abbia più voglia di giocare con le Barbie? E perché preferire un film ad un bel cartone animato targato Disney? E ancora perché accantonare due fette di pane con la Nutella, optando per una mela o - peggio ancora, per nessuna merenda? Semplicemente, è chiaro che non avevo voglia di crescere perché avevo paura di perdere una cosa a me preziosa, l'immaginazione (e la meravigliosa caratteristica di poter ingurgitare grassi e merendine senza preoccuparmene tanto). Io capivo cosa provava Peter Pan quando, pur avendo trovato una famiglia che lo accogliesse e una Wendy che lo amasse, aveva preferito rimanere sull'Isola Che Non C'è, insieme a quel balordo di Capitan Uncino e al coccodrillo con la sveglia incorporata. Avevo il terrore di poter perdere quella trascinante fantasia che riusciva a farmi giocare anche solamente con due bastoncini, a realizzare oggetti e pupazzi con carta e pennarelli, ad improvvisarmi barista o infermiera o veterinaria (poveri i miei pupazzi!). Mi sembrava inconcepibile smettere di giocare, di dormire dopo pranzo, di guardare La Bella e la Bestia più volte senza annoiarmi. L'immaginazione è, in effetti, una caratteristica propria dei bambini, che molti grandi purtroppo perdono. Quello che però non avevo compreso, è che l'immaginazione non muore, ma si evolve, cambia forma e dinamiche. Io posso dire di averne conservata tanta, i cosiddetti sogni a d occhi aperti o film mentali sono per me indispensabili, quando la realtà ci è scomoda, e ci vogliamo rifugiare in qualche nostra aspettativa o sogno o desiderio. La fantasia e la creatività sono due aspetti che mai e poi mai dovremmo permetterci di perdere! Per esempio, entrano in gioco quando mi immagino i personaggi di un libro. Molte volte i film tratti dagli stessi libri deludono, perché disintegrano l'idea che ci eravamo fatti di determinate situazioni e soggetti in malo modo (Draco Malfoy doveva essere un figaccione, Lisbeth Salander doveva essere più giovane e minuta). Per questo motivo sono curiosa di vedere una foto anche di voi foodbloggers che seguo quotidianamente: io vi immagino in base alle informazioni che reperisco dai vostri commenti, dai vostri blog, dalle vostre foto e ricette. Interessante è poi verificare se le mie ipotesi e supposizioni erano esatte! Per la cronaca, siete tutte un po' delle Bree Van de Kamp, con tanto di capelli all'insù e teglia di muffins appena sfornati in mano.


Pasta al pesto di pistacchi

Ingredienti:

200 g pistacchi non salati sgusciati
un mazzetto di basilico
olio extravergine di oliva
sale
parmigiano reggiano

Procedimento:

Porre nel mixer i pistacchi,un pizzico di sale ed un cucchiaio di olio, quindi tritare il tutto, aggiungendo mano a mano altro olio, fino ad ottenere un composto granuloso, cremoso ed omogeneo. Lessare la pasta e, dopo averla scolata, farla saltare in padella insieme al pesto e a del parmigiano reggiano grattugiato.

20 commenti:

Barbara ha detto...

Fortunatamente da bambina non ero cosciente di ciò che "i grandi" avrebbero perso... o cambiato... nel crescere... però... se tu riesci ad immaginare persino la sottoscritta come Bree Van de Kamp, vuol proprio dire che hai conservato immacolati i tuoi sogni ad occhi aperti di bimba... lusingatissima sono!!!! Mi piace questo pesto, semplice e avvolgente!

paola ha detto...

Buono questo pesto!! è semplice, veloce e saporito!!!

mika ha detto...

Io ancora non mi sono rassegnata all'idea di non poter tornare indietro...a quando la mia fantasia non era legata da infinità di altri pensieri più seri e antipatici che la frenano...

Onde99 ha detto...

Anche secondo me Draco doveva essere un figaccione, mica quel cosino ciucciato dalle streghe che fa sempre la figura dello sfigato... Per fortuna o purtroppo, a me di immaginazione ne è rimasta tanta e questo da una parte mi aiuta ad evadere, dall'altra rende ai miei occhi ancora più triste il mondo reale. La mia foto è nel profilo, non mi si vede bene, ma è quanto di meglio possa offrire, non amo essere fotografata...

eli ha detto...

Niente di più lontano da Bree...ahahahah!
Mmmmm, vediamo... dopo due giorni di passeggiate sotto l'acqua con il cane assomiglio più a... Maga Magò? ecco si, solo un po' più magra!

Fantasia e creatività non ti mancano, hai il dono della "penna felice" come diceva una mia prof, quando qualcuno scriveva un bel tema.

Ti do un bacione e mi prendo una forchettata della tua buonissima pasta al pesto!

Erborina ha detto...

aiutooo!! non trovo da nessuna parte i pistacchi non salati!!!

Carolina ha detto...

Ciao cara!
Come stai?

Sai che ho utilizzato dei pistacchi non salati proprio ieri sera?! Ho fatto dei biscotti. I miei tè pomeridiani avevano un bisogno incredibile di biscotti...

Per quanto riguarda l'immaginazione e la fantasia io ne ho da vendere... Anzi, c'è qualcuno/a che vuole un po' della mia? Sono una sognatrice pazzesca... Troppo direi...
Buon pomeriggio!

Fiordilatte ha detto...

Ecco, mi ha ricordato che anche io da piccola mi chiedevo come fosse possibile smettere di giocare con le Barbie. Non riuscivo a capacitarmente perché era il mio gioco preferito. Ah beh, poi mi piaceva anche pasticciare con la mia finta cucina fisher price...con le finte uova, le finte verdure...ma questo gioco si è poi concretizzato diventando realtà più tardi e continua a divertirmi.
oddio che ricordi ^__^

Per il pesto ti credo sulla parola, con la Compagnia del Cavatappi avevo ordinato un pesto di pistacchi di bronte, divino!
Tra l'altro, i pistacchi non salati li trovi al supermercato?

tartina ha detto...

@Barbara: hahaha sì, ho un'immaginazione sconfinata! ;)

@paola: sì, ci vuole un attimo per farlo, ma il risultato è ottimo!

@mika: infatti, proprio di quelli avevo paura. Bisogna imparare ad accantonarli e a lasciare più spazio alla fantasia... :)

@Ondina: hahahah lieta che qualcun altro la pensi come me :D Visto che dalla foto non ti si vede proprio bene, continuerò a pensarti come una Bree in piena regola :*

@eli: hahahaha che bello il "dono della penna felice", potremmo suggerirlo alla Disney come titolo del prossimo film! grazie, cara baci

@Erborina: oh, no! La prossima volta vengo a trovarti con un pacco enorme di pistacchi non salati e una maxi scorta di yogurt al malto, promesso! Io i pistacchi non salati li trovo al supermercato, ma quelli costano davvero tanto... ti confesso che la mia scorta personale di pistacchi è mia zia, che lavora appunto in un salumificio, per cui... :)

@Carol: meglio così, tesora, meglio così! Molte volte è così necessario evadere dalla scomoda realtà... che buoni i biscottini ai pistacchi per il tè delle 5 ;) aspetto la ricetta allora!

@Fiordilatte: ahahah io riempivo pentolini di plastica con acqua e farina e mi impastrocchiavo tutta! Avevamo delle potenzialità... ahah
I pistacchi non salati, come ho già scritto anche ad Erborina, li trovo bene al supermercato, ma costano un occhio della testa :(

tesargento ha detto...

Beh..tecnicamente io continuo a non stancarmi mai di guardare la bella e la bestia :p
è una cosa complicata quella del crescere, non posso dire di averla presa bene io, il periodo di transizione dell'adolescenza è stato un vero disastro e sono incredibilmente felice di essere passata a quello della maturità, nel quale tra l'altro la voglia di fare la grande a tutti i costi finalmente passa e riesci a goderti un cartone animato come una volta.
Di immaginazione io, ne ho conservata decisamente troppa. Sai quando ti piace un ragazzo e immagini la prima volta che vi parlerete? Io immagino quello, i miei commenti, i suoi commenti, quelli degli amici, la prima uscita, il primo mese di fidanzamento, il primo litigio, quella volta che mi verranno a dire che mi ha tradito e io non ci vorrò credere, quella volta che gli andranno a dire che l'ho tradito e lui ci crederà subito e via di seguito fino a quando ci lasceremo. (Finisce sempre con noi che ci lasciamo la fantasia, dici che Freud avrebbe qualcosa da dire in proposito?)
e mica solo questo, mentre cucino io già immagino l'aspetto l'odore e il sapore di quello che sto preparando, nonchè tutti i commenti di quelli che lo assaggeranno!!!
Ma la cosa più assurda è che se quello che ho immaginato si verifica sul serio, ci rimango malissimo!Ho un costante bisogno che la realtà smentisca le mie fantasie, proprio per ricordarmi che è questo che sono e non devo cullarmici troppo. E ti lascio immaginare le scene di mio fratello che attacca con "tesh questa è la cosa più buon.." e io "noooo dì un'altra frase! Tipo che è venuto benissimo!"
Sto solo aspettando il giorno in cui mi prenderanno alla sprovvista e mi interneranno!
Baci
Tesh
p.s. ma sai che anche io ho dovuto penare per trovare i pistacchi non salati? Alla fine sono dovuta andare in quei negozietti che circondano la zona della stazione e vendono solo prodotti etnici, inspiegabilmente nei supermercati ci sono solo quelli confezionati col sale!

manu e silvia ha detto...

Il pesto di pistacchi epr noi è una scoperta ancora recente, di qualche mese...ma ce ne siamo innamorate!! ottima questa apsta con un condimento home made!
bacioni

Sebastiano Landro ha detto...

Questo pesto è un piatto leggero; deve essere molto saporito.

Anonimo ha detto...

Io guardo ancora la Bella e la bestia senza annoiarmi, e sono una sognatrice ad occhi aperti...complimenti per il blog è bellissimo! e si Draco doveva essere un figaccione, altro che quel biondiccio platino con le sopracciglia nere e cespugliose...ma povero ragazzo!
baci!

babi ha detto...

Ah ah! Mitica Bree, io l'adoro! Almemo fossi brava come lei! :P

A proposito di Peter Pan... qualche giorno fa stavo aiutando il mio fidanzato a montare un armadio nel suo nuovo appartamento e i miei pensieri sono volati a lui e a tanti nostri amici che si sono laureati, lavorano, si sono sposati o lo stanno per fare... mi sono accigliata un po' al pensiero che ormai stiamo diventando adulti e con le amiche non si parla quasi più del nuovo vestitino troppo chic che hai appena acquistato ma piuttosto della cucina snaidero che vorresti in casa tua, e ho iniziato a chiedermi quando era cominciato tutto questo... così ho chiesto al mio fidanzato:"Ma, quand'è che si diventa grandi?" e lui mi ha risposto:"Dopo i 70 anni!". Mitico Dany! Lui è il mio Peter! Ha ragione, dobbiamo "crescere" e prenderci le responsabilità della vita degli adulti tenendo però sempre in vita il "fanciullino" che è in noi... (chi era? Petrarca? E' passato troppo tempo da quando ho finito la scuola!). meno male che c'è lui a ricordarmi queste cose! Baciotti ;)

lenny ha detto...

Sì la fantasia si evolve e deve essere un tesoro da custodire bene e coltivare: la aiutiamo con un bel pesto verde pistacchioso?

Elisa ha detto...

Io ho smesso prestissimo di guardare i cartoni, sarà che è un genere che non mi ha mai entusiasmato particolarmente! In compenso ho continuato per anni a leggere i "libri delle ragazzine", "il club delle baby-sitter" ed i libri di Bianca Pitzorno... e la mia immaginazione non mi ha ancora abbandonato!
il pesto lo provo sicuramente, se trovo dei pistacchi non salati, del rsto sono in piena fase pesto-dipendente, ne ho già in programma uno per domenica!

tartina ha detto...

@tesh: hahahaah io come te! Certi film mentali che neanche tarantino saprebbe pensare di meglio ;) interniamoci insieme. Ma questi pistacchi non salati sono praticamente introvabili, allora :|

@manu e silvia: anche a me piace un sacco, lo riproporrò sicuramente ;)

@Sebastiano Leandro: sì, ma anche molto delicato :)

@Anonimo: ahahaha io uguale! C'è da dire però che il povero Harry è messo anche peggio...

@babi: 10 punti al tuo Dany, davvero! Ricordagli che c'è anche chi, a 70 anni, si sente ancora giovane dentro... :) Era Pascoli che col fanciullino aveva capito tutto :P eheh

@lenny: penso che la fantasia ne sarà entusiasta :D ahah

@Elisa: tutti libri che leggevo anch'io! Facevo la collezione! Provalo e poi fammi sapere, allora ;)

Lauretta&Mary ha detto...

Ciao! bella ricetta! e Auguri per la tua nuova avventura all'università....

Maya ha detto...

Tartinuccia Cara;D... ma che domande fai????? Come bree Van de Kamp decheee??? Magariiii!!!!
ah ah ah !!!

tartina ha detto...

@Lauretta&Mary: grazie! =)

@Maya: ahahaha dai, prendi il complimento e taci, susu :DDD