domenica 17 gennaio 2010

... da leccarsi le dita! - Cheesecake di cioccolato al profumo di limone

Non sono mai stata una persona competitiva. Né a scuola, né in ambito sportivo, né in nessun altro luogo. Quando, nel corso di una partita di pallavolo, le avversarie segnavano un punto e mi ruggivano in faccia urla spaventose, io non battevo ciglio e, quasi intimorita, quando arrivava il momento del mio riscatto, mi limitavo a sorridere compiaciuta, come se il punto non l'avessi segnato io, ma una mia compagna di squadra. Quando prendevo un bel voto a scuola me ne stavo zitta, non come quella psicopatica di classe mia (denominata Broccolo per i capelli dalla forma a cavolo bitorzoluto) che sbandierava i suoi 8 e i suoi 9 a destra e a manca, compiacendosi anche per un mezzo voto in più; e quando mi chiedevano "Com'è andata?", io rispondevo sibillina "Bene." Quando l'allenatore mi obbligava a sfogarmi, a mostrare un po' di sana competitività, io, quasi per ripicca, recitavo la parte dell'agnellino votato al sacrificio durante l'allenamento, un anellide senza midollo spinale. Quando una mia idea o una mia proposta si dimostra superiore alle altre, sono solamente contenta di aver trovato la soluzione, non facendolo pesare a nessuno. Diciamo che l'agonismo è cosa che non mi riguarda. Per questo motivo, quando Ele di dEliciously mi ha invitata a partecipare al contest da lei indetto ... da leccarsi le dita!, mi sono trovata un po' spiazzata, come se la cosa non mi potesse neanche riguardare. Però ho visto che la giuria è strepitosa, composta non solo dai migliori foodbloggers in circolazione, ma anche dal Mastro Pasticcere Silvio Bessone. E i premi sono davvero appetibili, tutti strumenti che in cucina sono più che utili. E poi ancora la cara Ele, invitandomi a partecipare, mi ha in qualche modo lusingata, innalzando un po' l'autostima (scarsa) che ho nei miei confronti. Allora mi sono detta: proviamoci. Fin da piccoli ci insegnano che l'importante non è vincere, ma partecipare: sebbene non abbia mai avvertito il livello di adrenalina innalzarsi vertiginosamente in seguito ad una competizione, trovo il contest troppo interessante per rinunciarvi. Le regole prevedono la preparazione di un dolce al cioccolato. Un altro problema, dal momento che il cioccolato mi piace sì, ma non ne vado pazza nei dolci. Preferisco piuttosto addentare una barretta al 70% fondente, invece di un tortino al cioccolato, di un brownie o di un fondant al cioccolato. E, per esempio, la Nutella mi stucca proprio, mi avvolge la lingua e mi impasta tutta. Forse in me c'è qualcosa di geneticamente sbagliato, ma il mio obiettivo era quindi quello di trovare un dolce al cioccolato che non venisse a noia. Beh, direi che l'ho trovato. Il dessert che vi propongo oggi è quello con cui parteciperò al contest. Un dolce non eccessivamente dolce, in cui il Cioccolato fa da padrone indiscusso, ma il cui sapore non stanca; curiosamente piacevole è risultato il contrasto col sapore di limone, agrume che ho usato in sostituzione della solita arancia e che sembra quasi pulire la bocca da ogni sapore precedente; le decorazioni, oltre che esteticamente gradevoli, sono anche davvero buone; mia mamma, che il cioccolato quasi lo detesta, se neè servita ben due fette; ultima cosa, ma non per questo meno importante, oltre al cioccolato presente, la quantità di grassi è ridotta al minimo, quindi ideale per questo periodo post-festività. Tutte valide motivazioni per provare almeno a farlo, no? :)




Cheesecake di cioccolato profumato al limone

Ingredienti

per la base:
200 g biscotti al malto e miele Osvego
80 g burro
2 cucchiai di cacao amaro
per il cheesecake:
300 g ricotta
300 g yogurt greco
3 uova
150 g cioccolato fondente
40 g cacao amaro
120 g zucchero
un limone non trattato sale

per decorare:
un limone non trattato
100 g zucchero
cacao amaro

Procedimento

Tritare i biscotti al mixer e mescolarli in una ciotola col burro fuso e il cacao amaro setacciato. Distribuire il composto sul fondo di uno stampo tondo a cerniera di 24 cm di diametro rivestito con carta da forno, schiacciarlo con un cucchiaio livellandolo e farlo riposare in frigo per 30 minuti.
Tritare il cioccolato e scioglierlo a bagnomaria. Sgusciare le uova e separare i tuorli dagli albumi: montare i primi con lo zucchero e i secondi con un pizzico di sale. Mescolare la ricotta e lo yogurt con il composto di tuorli, il cioccolato fuso, il cacao, la scorza grattugiata del limone e gli albumi montati e versare il tutto nello stampo.
Cuocere il cheesecake nel forno caldo a 150° per 55 minuti circa. Toglierlo dal forno, metterlo nel frigorifero e lasciarlo raffreddare per almeno 2 ore.
Per la decorazione, tagliare il limone a fettine sottili, quindi cuocerle per 10 minuti a fuoco basso in uno sciroppo fatto con 1 dl di acqua e lo zucchero. Disporre le fettine sul dolce, precedentemente spolverizzato di cacao amaro.

25 commenti:

ANTO ha detto...

ciao, la tua tort dev'essere buonissima, tra un pò la farò...ora ho ancora i residui di fine anno!! Grazie per aver partecipato al mio candy e buona fortuna. Baci,Anto

ღ Sara ღ ha detto...

che golosità !! :P me ne papperei una fettina anche ora xD un bacione

tartina ha detto...

@ANTO: grazie a te :D speriamo di avere fortuna per il tuo candy eheh ;)

@Sara: sìì ti giuro crea dipendenza ahah bacetti!

dEleciouSly ha detto...

Bellissima ricetta, complimenti. Ho verificato essere tutto perfettamente 'in regola', per cui ti ho aggiunta ai partecipanti con vero piacere! Grazie per la fiducia ed in bocca al lupo! ;)

Ele :)

Fiordilatte ha detto...

Sai che l'accoppiata limone ciocco mi piace molto? ricordo che da piccola mia mamma mia diceva che non andava bene prendere il gelato con quesi due gusti ^^ eppure a me piaceva! Poi, recentemente, ho scoperto che la lindt ha fatto dei cioccolatini così :P Davvero buoni!
Bella ricetta! questa s'ha da fare prima o poi ;)

tesargento ha detto...

Io sono come te, i dolci al cioccolato non mi fanno impazzire, dovendo scegliere cornetti e brioche mi piacciono vuoti, le crostate devono essere con la marmellata e non riuscirei a mangiare la nutella a cucchiaini come fanno alcuni, inizia subito a disgustarmi! Per contro, quando si è invitati da qualche parte, il dolce al cioccolato è d'obbligo, hai 9 possibilità su 10 di fare centro, possibilità che si abbassano nettamente se porti qualcosa farcito di lemon curd o marmellata ai mirtilli. Questo poi mi attira particolarmente perchè c'è pochissimo burro (praticamente solo nella base) e posso tentare di giustificarmi con i miei sensi di colpa :D
Però..posso farti ridere? Io non sono in grado di rivestire gli stampi con la carta forno!è una cosa che odio!come si fa???si accartoccia si piega non prende bene gli angoli, la forma quadrata del foglio paradossalmente non si adatta nè agli stampi rotondi nè a quelli da plumcake!Ogni volta è una tragedia, finisco per rompermi le scatole metterla come meglio mi riesce e poi versarci MOLTO velocemente l'impasto dentro sperando che il peso le faccia prendere la forma dovuta (ti lascio immaginare con quali risultati!)
Se hai consigli, saranno più che ben accetti :D:D
Buon inizio settimana,
baci
Tesh

NIGHTFAIRY ha detto...

Strepitosa, mi piace il connubio cioccolato e limone!

tartina ha detto...

@Ele: crepi, grazie :) e io sono felice di partecipare, davvero!

@Giada: daii ma tu allora eri già avanti! io non avevo mai sperimentato il connubio cioccolato/limone, ma devo confessare di esserne rimasta piacevolmente sorpresa! sempre le solite arance sennò...

@teshhh: esattamente!!! quando si è invitati da qualche parte col dolce al cioccolato, di qualunque tipo si tratti, risulta essere sempre la scelta migliore!
ahahah anche io odio la carta da forno, ma detesto di più impiastricciarmi con burro e farina!
io prendo un pezzo rettangolare di carta, le cui dimensioni siano leggermente superiori a quelle dello stampo. poi "affondo" la carta con le mani nello stampo cercando di farle prendere la forma voluta, quindi taglio con le forbici il surplus di carta! però c'è un trucco per farla stare giù... bagnala e strizzala, poi sarà a tuo completo servizio! (ovviamente l'acqua non rimane, ma la affloscia e basta) bacii!
p.s.: ti ho inviato un'e-mail da psicopatica, leggila!

tartina ha detto...

@nighty: huhu ma grazie cara!! detto da te è il top (:

manuela e silvia ha detto...

Ciao! eh..noi invece siamocompetitive..e silvia lo è moltissimo..epr questo cerchiamo di non scontrarci/paragonarci mai! sarebbe al fine!
Golosa queasta torta1 e ci piace la scelta dello yogurt, che attenua il sapore forte del cioccolato!
un bacione

Rosmarina ha detto...

Ehiiiiiiiii ma sei assurdaaaaa!!
Mi fai impressione, come te ho sempre odiato la competizione. Se andavo ad una partita di pallavolo a vedere le mie amiche (sempre come spettatrice hehe.) applaudevo entrambe le squadre quando facevano punto, attirandomi ovviamente le ostilità degli altri tifosi.
E anch'io non vado pazza per i dolci iper cioccolatosi fini a se stessi. Cioè, piano - sono di quelli che affondano senza problemi il cucchiaino nella Nutella. La mia avversione riguarda il gelato e le torte, non mi dicono niente.
Ma adoro il connubio cioccolato-limone (da poco, prima odiavo anche gli agrumi :P eh ero delicatina alla fin fine), io ci ho fatto un gateau (non molto ben riuscito, ma insomma ero agli inizi :D)
http://rosmarina90.blogspot.com/2009/04/fondant-ou-moelleux-cake-cioccolato-e.html


@ Tesargento: Se hai uno stampo a cerniera, un modo comodo per usare la carta forno è tagliarne un pezzo dell'ampiezza della "base" e incastrarlo sul fondo chiudendoci attorno i bordi dello stampo. Praticamente resteranno dei pezzetti di carta forno fuori dallo stampo - non si capisce niente, vero? :P Poi personalmente i bordi li imburro e infarino, va bene anche per la cheesecake. A fine cottura si passa un coltello lungo i bordi et voilà. Ma si potrebbe tagliare un nastro di carta forno lungo quanto la circonferenza dello stampo e alto quanto i bordi, e metterlo "in piedi" lungo la parete.
Spero di essere stata un minimo chiara! Buona fortuna :)

Rosmarina ha detto...

Oddio......... -.-' "Applaudivo", non "applaudevo". Non avevo riletto.

Onde99 ha detto...

Sai che anch'io stavo meditando su una ricetta per quel contest? Il problema è che, come a te, il cioccolato mi piace, ma non da impazzire, quindi non riesco a pensare a un dolce che lo contenga e che mi faccia sbavare fino a questo punto. Però il tuo cheese cake riesce senza dubbio a ingolosirmi e l'abbinamento con il limone mi suscita una certa curiosità, dato che si tratta di un connubio che ho sempre sentito biasimare e che, invece, magari, merita di essere sperimentato!

Carolina ha detto...

Anch'io da piccola il gelato lo prendevo cioccolato e limone!!! :)
Io, invece, amo alla follia il cioccolato, soprattutto quello fondente. Quello scuro, scuro...
Questo cheesecake fa proprio al caso mio!
Buona settimana cara.

tartina ha detto...

@manu e silvia: no, infatti per voi gemelline scontrarsi sarebbe deleterio :P eheh
lo yogurt non si sente, ma dà quella consistenza chessecakeosa al tutto che è una goduria :)

@Mari: ahahah addirittura applaudEvi per entrambi le squadre? noi proprio con la competizione non abbiamo niente a che spartire allora... viva cioccolato e agrumi!

@Ondina: qua il connubio è stato apprezzatissimo! provalo e non te ne pentirai. sono curiosa di vedere che cosa proponi, le tue ricette sono sempre interessanti... (:

@Caro: io uguale, una fanatica del cioccolato scurissimo e fondentissimo! alla larga dal cioccolato al latte e/o bianco... ;) graze caro, un buon inizio anche a te!

sweetcook ha detto...

WOW!!!! limone e cioccolato insieme mi hanno sempre incurisito:)Golosità pura!

desperate.viz ha detto...

ommadonna che buonooooooooooo
devo provarci!

Cuochella ha detto...

oh che soave visione...TI ODIO!! >:(
la sezione della fetta lascia intravedere una cremosità scioglievole..uhh che delizia che mi sto perdendo...

tartina ha detto...

@sweet: ;)

@viz: sìsì provaci :D

@cuochella: ahahahahahah sìì è (era a questo punto, pace all'anima sua) estremamente scioglievole e cremoso... :P

Lady Cocca ha detto...

Ed è proprio da leccarsi non le dita ma tutte le maniii...troppo golosa!!!
bravissima
Ps...anche io non amo come te le competizioni...e come te giocavo a pallavolo solo che lì mi trasformavo..ero una di quelle che dici tu..ruggiva ad ogni punto...in altre situazioni della vita invece ho sempre piegato la testa per evitare qualsiasi discussione!!!
Ci somigliamo un po'...ciaooo

Michelangelo ha detto...

accidenti, che acquolina...questo sì che goloso e peccaminoso tributo al cioccolato!

fiOrdivanilla ha detto...

tartinella bella!!!!!!!! :D ma questo cakecheese (al contrario;) è una goduria unica!! Cioè, potevo anche non leggere ciò che hai scritto che guardare la consistenza visibile e quasi percepibile dalla foto... fa sciogliersi dalla bontà, oltre che ... venire voglia di leccarsi le dita! :D

eli ha detto...

Come Fiordilatte anche io amo il binomio cioccolato limone (e andrò alla ricerca dei cioccolatini Lindt).

Appena avrò smaltito i chili delle feste mi riprometto di provare questa torta meravigliosa per ora "copio" sospirando :DDD

tartina ha detto...

@Lady Cocca: sono contenta che ti piaccia il chessecake! :D sì, allora siamo anche un po' simili ;) (io però dopo il punto mi ritiravo tapina)

@Michelangelo: ma grazie, mike! ode al cioccolato - atto I

@manu: yee allora sono riuscita nell'intento di adempiere alla richiesta del contest! :D

@eli: per me il periodo detox può dichiararsi fallito e finito ;) segna segna, eli :)

Federica ha detto...

Che meraviglia di torta...goduriosa! Sai tartina che abbiamo gusti molto simili? Anch'io preferisco di gran lunga la tavoletta di cioccolato fondente ai dolci al cioccolato, e da golosona l'accompagno con mandorle o nocciole tostate ^_^ E ho sempre odiato la Nutella, anche da piccola, sentendomi quasi un'aliena perchè tutti invece l'adoravano. Vedo però che non sono proprio sola soletta ;)
In bocca al lupo per il contest.
Un bacione e a presto

Ah, se ti va da passare dal mio blog
http://notedicioccolato.blogspo.come magari farmi compagnia con i tuoi consigli...WOW mi farebbe piacerissimo ^_^