venerdì 27 febbraio 2009

Aspettando la prima rondine


Io, originariamente, volevo scrivere un post sulla primavera che sta per arrivare, sul fatto che finalmente, in questi giorni, le temperature si sono leggermente rialzate, perlomeno quando il sole non va giù. Su quei timidi raggi di calore che cercano di preannunciare l'arrivo della primavera che hanno tutto il mio supporto perché, non so voi, ma io dell'inverno non ne posso più! Basta pomeriggi che finiscono prima di iniziare, basta stare attaccati al termosifone in cerca di un po' di tepore, basta cielo coperto, freddo e collant sotto i pantaloni! Che poi è sempre la stessa storia. Ogni volta smanio per l'arrivo dell'autunno: le prime sciarpe, i colori delle foglie, quelle piogge leggere che non danno noia. Almeno è così all'inizio. Poi anche l'inverno mi viene sistematicamente a noia, le sciarpe cominciano a soffocare, i colori smorti non danno più gusto, dell'ombrello si farebbe volentieri a meno e anche dell'umidità che cotona i capelli e non vedo l'ora che arrivi la bella stagione. Probabilmente io sono una adatta alle mezze stagioni, non sopporto gli estremismi in nessun campo. Eppoi io amo la primavera. Dopo aver visto i colori delle nuove collezioni p/e 2009, ne sono fermamente convinta. E invece? Stamattina, ancora assonnata, mi alzo, tiro su l'avvolgibile. C'è qualcosa che non va. Invece di essere un raggio di sole a darmi il buongiorno, è una patina grigia ed umidiccia che ricopre tutto a farlo. Addirittura piove. Ritiro quello che ho detto, per la primavera bisognerà un po' pazientare. Intanto, consoliamoci con queste orecchiette verdi verdi fatte in casa.


Orecchiette fatte in casa alle cime di rapa


Ingredienti

per le orecchiette (per 2 persone):

300 g farina di semola di grano duro
acqua tiepida q.b.
sale

per il condimento:

2 mazzetti di cime di rapa
bicarbonato di sodio

1 filetto di acciuga
peperoncino
1 spicchio d'aglio
olio e.v.o.

Procedimento

per le orecchiette: Porre la farina a fontana sulla spianatoia, spolverarla di sale e aggiungere l'acqua tiepida (la quantità dipende dalla potenza di assorbimento della farina). Impastare per almeno 10 minuti. Quindi, prelevare un pezzo di pasta e farne un bastoncino sottile come una matita. Tagliarlo a pezzettini grossi più o meno come l'unghia del mignolo, facendo in modo che siano più o meno della stessa dimensione. Prendere un pezzettino, farne una pallina, e schiacciarla col pollice o con un coltello dalla lama larga, "strascicandola": in questo modo otterrete la tipica forma delle orecchiette ("strascinate", appunto). Mettere le orecchiette in un vassoio cosparso di farina di semola, possibilmente con la gobbetta rivolta verso l'alto, e aspettare minimo un'ora prima di cuocerle.


per il condimento: Preparare innanzitutto le cime di rapa, lavandole ed eliminando i gambi, tenendo invece da parte le foglie. Mettere a bollire un litro e mezzo d'acqua: quando avrà raggiunto l'ebollizione, farvi sciogliere un cucchiaino raso di bicarbonato di sodio, quindi gettarvi le cime di rapa e lessarle per 20 minuti circa. Trascorso questo tempo, scolarle ed assorbirne l'acqua in eccesso. Con questo procedimento, le cime di rapa diventano morbide e non ingialliscono: potete inoltre tenerle da parte in frigorifero ed utilizzarle (ovviamente a breve scadenza) per paste e contorni.

Versare un po' d'olio (4 cucchiai circa) in una padella, mettervi lo spicchio d'aglio aperto e lasciare soffriggere. Non appena l'aglio si sarà imbiondito, toglierlo ed unire il peperoncino e le cime di rapa precedentemente preparate. Lasciar cuocere per pochi minuti, e solo alla fine aggiungere l'acciuga tritata finemente, fino a farla sciogliere.

Gettare le orecchiette nell'acqua bollita, facendole lessare per 4 minuti. Scolarle ed unirle al condimento insieme a poca acqua di cottura. Saltarle per un attimo in padella facendo sì che si amalgamino bene al condimento.

14 commenti:

comidademama ha detto...

anche qui abbiamo voglia di primavera! bellissime orecchiette

tartina ha detto...

@comida: Assolutamente! Ecco, mi sono appena voltata a guardare dalla finestra, e che ti vedo? Un nuvolone carico di pioggia che incombe macabro -.- Non è giusto.

Carolina ha detto...

Anch'io stamani "mi aspettavo la primavera". Anzi, avevo in programma di andare a fare una bella passeggiata con la mia mamma, ma purtroppo i nostri piani sono stati disturbati da un cielo grigio ed antipatico... Uffa!
Le tue orecchiette devono essere speciali! Il mio fidanzato va matto per questo tipo di pasta... Proverò di sicuro a farla.
Buona domenica!

Fiordilatte ha detto...

Uff...qui piove da stamattina! che tristezza...
ps buoneeeeee le cime di rapa! le ho scoperte piuttosto recentemente grazie al mio moroso ^__^

ღ Sara ღ ha detto...

la penso esattamente come te!! io adoro vestirmi di bianco e non vedo l'ora di poterlo fare ghghghg w l'estateeeeeee!!

che bel piatoooo!!! complimentissimi!

essenza di vaniglia ha detto...

Ieri, qui, è stata una bella giornata di primavera... un'illusione durate ben poco e finita stamattina con un cielo grigio che non prometteva nulla di buono!
le tue orecchiette, invece, promettono benissimo!
brava :-))

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Oh, brava! Ho appena acquistato delle orecchiette e mi mancava la spiegazione per il sugo!!!
Anche io ho comprato la tovaglietta intrecciata, troppo carina :-)

tartina ha detto...

@Carolina: Anch'io pensavo che, dopo la giornata di ieri, anche oggi fosse uguale. E invece no! C'era anche la fiera, i banchini sono stati tutti costretti a ritirarsi!

@Fiordilatte: Morosi buongustai!:D

@Sara: Io adoro vestirmi coi colori di stagione, invece, ma se va avanti così nel mio guardaroba domineranno ancora nero, grigio e bordeaux ç_ç
e grazie!

@essenzadivaniglia: Consoliamoci col cibo, va', visto che sul tempo non si può contare! Lo dice anche il proverbio "marzo pazzerello, esce il sole e prendi l'ombrello"...

@twostella: Visto che tempismo? Questo sughino funziona parecchio bene, ti assicuro ;)
Le tovagline by Ikea sono troppo graziose! Pensale in un tavolo in giardino d'estate, per esempio... : )

Lisette ha detto...

Che brava che fai la pasta in casa! complimenti!!!

tartina ha detto...

@Lisette: grazie! ^_^

eli ha detto...

ciao tartina, ti ho incrociato sul blog di lisette. era da tanto che cercavo una ricetta di orecchiette con le cime di rapa, io la faccio già ma le cime mi vengono sempre amare, forse perchè non uso il bicarbonato.
Complimenti per il blog e le ricette :)

tartina ha detto...

@eli: guarda, ti posso assicurare che questo è un rimedio infallibile per le cime, anche quando si tratta di un contorno : )
Grazie mille!

Anonimo ha detto...

Devono essere semplicemente divine.
Sono sicura che prima o poi assaggerò anche questo piatto!

Con affetto,
la tua Cavia.

tartina ha detto...

@Cavia: Non vedo l'ora di propinartelo!:*