venerdì 19 febbraio 2010

Mezzogiorno di Cuoco - Filetto al tartufo con polenta croccante

Il mezzogiorno di fuoco, per ogni casalinga o donna appassionata di cucina che si trovi inspiegabilmente in casa con del tempo da utilizzare, viene combattuto a suon di pentole e fornelli. Accende RaiUno, salgono le note delle Tagliatelle di Nonna Pina e inizia la Prova del Cuoco, programma ormai parte integrante della televisione italiana, e neanche tra i più imbarazzanti. Taccuino e penna alla mano, l'ora e mezzo del programma, oltre ad incentivare la secrezione da parte delle ghiandole salivari, dispensa mille ricette e mille consigli culinari, e ancora mille consigli su come apparecchiare e decorare la tavola (vi prego, aboliamo le rose blu!). Tra le note delle famigerate canzoni dello Zecchino (o zucchino?) d'oro, tra ricette classiche, moderne e surrealiste, si sussegue una carrellata di personaggi ormai celebri e rinomati. La Prova del Cuoco ha ben 10 anni, ed è cominciata con la conduzione di Antonella Clerici: contro il prototipo standard della conduttrice italiana, bella ma poca sostanza, Antonellina si è subito distinta per le sue morbide forme, la sua inettitudine culinaria e la sua estrema simpatia. Ai primi tempi, anche l'Anna Moroni, nonostante quella voce insopportabilmente acuta e sgraziata, non rimaneva poi troppo antipatica: sembrava una nonnetta umbra petulante che volesse solamente condividere i segreti delle sue ricette. E infine Beppe Bigazzi, mio "concittaddino" (nato a Terranova Bracciolini, provincia di Arezzo), burbero e scontroso, coi suoi rimedi e consigli esclusivamente legati alla tradizione, dalle folte sopracciglia canute pronte ad aggrottarsi da un momento all'altro. Poi il programma è andato deteriorandosi. Si dice "il gioco è bello quando dura poco" e anche "l'apparenza inganna": in tal proposito potremmo utilizzare "le apparenze ingannano e ce se ne accorge solamente se il gioco dura poco (finché è bello)". Quando Antonellina è rimasta incinta, andando ad aumentare la massa grassa data da anni e anni di impeccabile conduzione della trasmissione (come fare a resistere lì dentro?!), è stata rimpiazzata dalla nuova Elisa Isoardi. Non temporaneamente, ma definitivamente. Il compenso che richiede è inferiore di quello della Clerici, gli ascolti si sono mantenuti altissimi, ma vogliamo parlare del rendimento della conduzione? La Isoardi è troppo impostata, non ne capisce nulla di cucina e a volte rende veramente impossibile la comprensione di qualche ricetta, dice continuamente "Che bello" (anche mentre gira il frullatore!) mentre gli occhi spalancati si spostano febbrilmente da una telecamera all'altra, per non parlare delle espressioni facciali esageratamente forzate quando assaggia qualcosa (ancor prima di portarsi il cibo alla bocca assume quella posa di entusiastica felicità, in realtà pensando quanto quel grammo possa farla ingrassare). Insomma, non sai di casa, di buona tavola e di naturalezza e ultima caratteristica che me la rende insopportabile: odia il pepe, e per questo lo stanno bandendo da tutte le ricette del programma. Insomma, bella sarà bella, ma è estremamente vuota, quindi perfetta per lo standard "medioitaliano" che segue la trasmissione. La domanda sorge spontanea: come sarà riuscita ad arrivare così "in alto"? Siamo certi che Del Noce non è stato preso per la gola. Nel contempo, anche la Moroni e Beppe hanno perso qualcosa. La signora umbra dalla vocetta stridula ha cominciato a diffondere ricette appartenenti a poveri foodbloggers spacciandole per sue, e la sua risata a Gollum sta diventando veramente insopportabile. Al club si è aggiunto Vissani, che sarà pure un eccellente cuoco, ma quanto ad umanità e sprint televisivo proprio non sa nulla. Ciliegina sulla torta? Quello che è successo lo scorso 15 febbraio: Beppe Bigazzi, partendo da un detto popolare delle sue parti che recita "A Berlingaccio chi non ha ciccia ammazza il gatto", ha raccontato che a Carnevale, in Valdarno, negli anni '30 e '40, chi non poteva godere della carne di coniglio, si nutriva di quella di gatto. L'Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali), insieme alla responsabile dei Verdi, Cristiana Morelli, hanno subito scagliato le loro proteste, e il cartellino rosso di espulsione è arrivato subito per Beppe, che si è dovuto ritirare momentaneamente dalla trasmissione. Forse si era soffermato un po' troppo sulla "frollatura delle carnine bianche" dei gatti, includendo così particolari pittoreschi, ma anche piuttosto macabri. Tuttavia c'è da dire che il co-presentatore si rifaceva ad un detto popolare, e ad un'usanza diffusa in quegli anni di magra. A mio parere l'espulsione sembra eccessiva, considerando anche il carattere di Bigazzi, propenso ad esagerazioni e a battute avventate. E poi si apre un'altra discussione: perché il gatto no e il coniglio sì? Perché l'uomo è abituato a tenere il gatto acciambellato sul divano? E un tenero coniglietto allora? L'agnellino che guarda Lisa Simpson coi suoi occhioni languidi? E Bambi, vogliamo parlare del cerbiattino della nostra infanzia?! A fronte di queste considerazioni non sto assolutamente dicendo di essere a favore dei 100 modi in cui cucinare Fuffi, sia chiaro. Però, secondo questa nuova ottica, risulta anche meno raccapricciante l'usanza cinese. E se fossimo abituati fin dall'antichità a cucinarci il cane e a costruire la cuccetta per il nostro porcellino domestico?
Nonostante ciò, scusate un attimo, ma devo vedere chi vince, se Pomodoro Rosso o Pomodoro Verde.

Oggi la ricetta di una tenerissima carne di gatto accompagnata con... Va bene, Carnevale è già passato, e il 1 di aprile è ancora lontano. Per gli ultimi giorni d'inverno (almeno si spera), del tenero filetto ricoperto da salsa tartufata accompagnato da formine di polenta croccanti fuori e morbide dentro.


Filetto al tartufo con polenta croccante

Ingredienti: per 4 persone

per il filetto:
4 fette di filetto di circa 2 hg l'una
1 hg salsa tartufata
una noce di burro
sale, pepe

per le formine:
2hg polenta (del tipo preferito)
acqua
salsa tartufata

Procedimento:

per il filetto:
Cuocere alla brace le fette di filetto salate e pepate, 5 minuti per parte. In una pirofila, fare liquefare la noce di burro al quale aggiungere metà della salsa tartufata. Adagiarvi le fette di filetto, sulle quali aggiungere la salsa rimanente. Servire caldo.

per le formine:
Cuocere la polenta e farla intiepidire, quindi disporla sul tagliere passandovi sopra il matterello per livellarla. Con degli stampi da biscotti, realizzare le formine preferite, su cui porre della salsa tartufata. Disporle sul piatto crisp leggermente unto, e far cuocere in forno a microonde con funzione crisp per 4-5 minuti circa.

20 commenti:

manuela e silvia ha detto...

Ciao! che aromatico questo filetto! adoriamo l'aroma ed il profumo del tartufo!!e questo filetto è delicatissimo ed elegante!
bacioni

meringhe ha detto...

Ottimo il resoconto di una trasmissione che anni fa anche io amavo e che poi nel frattempo è andata deteriorandosi. E poi sai pure io mi sono chiesta come mai questa qua spuntata dal nulla, con un ignoranza geografica pari solo a quella culinaria sia arrivatà li a strabuzzare gli occhi davanti a un frullatore che gira mentre la guardano milioni di italiani. Misteri.
Però bigazzi proprio non l'ho mai compatito. Stamattina che ero a casa ho riguardato la trasmissione dopo molto tempo e sinceramente senza di lui, fuffi o non fuffi, l'ho goduta un po' di più.

Fiordilatte ha detto...

Tartina concordo sul discorso bigazziano. Io sin da piccola ho sempre sentito dire da mio zio che un tempo i gatti qualcuno se li mangiava. E sono cresciuta lo stesso serenamente.
Anche secondo me l'espulsione è stata esagerata (e io non amo Bigazzi e ho una gatto), a me pareva così palese che si riferisse ad un ricordo. E poi si sa com'è lui nell'esternare i pensieri. Quindi mi chiedo se è è stata colta la palla al balzo per farlo fuori o se davvero la motivazione è solo quella...

A tal proposito hai letto i post su Dissapore? :)
http://www.dissapore.com/cucina/e-perche-i-cavalli-gli-uccelli-e-i-ghiri-si/

Luciana ha detto...

Ciao ma che buon piattino unico... bello massiccio!!! Complimenti una ricetta buonissima!!!! Da provare...baci Luciana

Virginia ha detto...

Non vorrei mai indurti in tentazione ma...

http://www.slowfoodmilano.it/ultime/giovani-e-le-settimane-del-gusto.html

eli ha detto...

Il tuo filetto fa miao? ahahahah!
Ho seguito tutta la vicenda Bigazzi divertendomi non poco! Hai ragione, e lo ha detto anche lui durante la consegna dell'immancabile tapiro con coda di gatto "Inutile inalberarsi davanti ai gatti e non dire nulla per tutti gli altri animali che vengono divorati senza batter ciglio" (fra poco avremo la strage di agnelli e capretti!)

Ho sentito da voci di corridoio che la Clerici dovrebbe ritornare alla prova del cuoco, perchè pare che il calo degli ascolti ci sia stato eccome!!

Concordo pienamente con quanto dici sul progressivo degrado della trasmissione, rimpiango i battibecchi di Bigazzi con la Moroni
ma anche il somelier Scorsone...a proposito qualcuno può regalare al non troppo simpatico Mallozzi una cravatta che non si intoni con il colore della sua pelata!

a questo punto per chiudere in gloria non mi rimane che esclamare un
"che bellooooo!" (magari gettando l'umido nel secchiello)

Lady Cocca ha detto...

Mi trovi d'accordo su tutto...il gioco è bello quando dura poco o se i giocatori sanno giocare...e purtroppo l'espulsione dell'Antonellina nazionale ha fatto tanto...da me la prima guardo il programma raramente...ha perso tanto sia in spontaneià che in tutto il resto...anche le ricette presentate sono molto piu' sofisticate...mi manca il mitico Renatone...sentir chiamare CiùCiù Antonellina...le gagh tyra lei ed i cuochi...insomma manca di sana allegria..ora poi con Vissani è quanto dire!!!
Una cosa Buona l'ha fatta pero la Isoardi...stando ai gossip...ha accalapiato un cuoco e che cuoco...Simone Rugiati...e come non darle merito!!!!
Ma a te va il merito di questa ricettina fantasticaaaaaaaaaaaa
ciaooooo

Onde99 ha detto...

No, no, no, i gattini non si mangiano. E nemmeno i coniglietti, gli agnellini e i carbiattini. Detto tra noi io non cucino nemmeno i vitellini, li mangio solo se me li presentano quando sono ospite. Ed eviterei volentieri anche pollo e maiale, se non avessi un compagno primitivo che non si rassegna all'idea che noi esseri umani siamo frugivori ;-) Ma il tartufo lo adoro!

tesargento ha detto...

quella puntata non l'ho seguita, però mi avevano detto che avevano presentato una ricetta per cucinare il gatto! Vedi come il passaparola può modificare i fatti =__=
La questione della Clerici comunque a me ha fatto venire in mente altro, a parte l'ovvio discorso che quando possono piazzare una bella e magra al posto di una con qualche chilo in più lo fanno, mi ha fatto venire in mente che per quanto si urli ai quattro venti che ormai le cose sono cambiate e le donne non devono scegliere tra famiglia e carriera rimane il fatto che appena la poverina di turno decide di restare incinta viene fatta fuori. E in alcuni campi la cosa è addirittura istituzionalizzata! (me lo raccontava una dipendente del consolato dell'Onduras a proposito della carriera diplomatica)
Per noi che nella carriera ci stiamo investendo tanto è un pensiero davvero deprimente..
Buon week end :D
Tesh

Milena ha detto...

Trovo anch'io che sia decaduta come trasmissione e che Antonella rendesse tutto più "vero", ma condivido la linea di quelli che hanno voluto l'allontanamento di Bigazzi ....
Mi paice però il sabato (unico giorno in cui riesco a seguirla)l'angolo di Natalia, S. De Riso e L. Montersino ...

matteo ha detto...

la isoardi (si chiama così?) l'altra volta ha detto "ah si?!ma dai!?questo è un segreto che non avevo mai visto" quando qualcuno aveva detto di aggiungere del sale per montare a neve gli albumi. Ma dico,ha sempre mangiato tramezzini coop!?Ormai l'unico che sapeva di cucina era bigazzi,e per questo lo hanno tolto...al suo posto arriverà cucuzza. E' che la tv ormai ce l'abbiamo tutti e l'accendiamo ogni giorno,ma dovremmo disfarcene...

v@le ha detto...

MMMM concordo.. non guardo praticamente più la prova del cuoco Di sfuggita il sabato ma becco semrpe branco che mi fa innervosire!
goloso questo filetto! ciao
vale

tartina ha detto...

@manu e dilvia: io uguale! E pensare che c'è chi detesta quel delizioso profumo di tartufo... Grazie, ragazze :*

@meringhe: ahahahah ti adoro! Sì, anche a me Bigazzi è sempre stato sui baloons, l'avranno fatto fuori proprio per audience!

@Fiordy: grazie, non avevo visto il post su Dissapore :D Anche secondo me hanno approfittato dell'occasione e hanno fatto fuori Beppe :S Non è che risulti proprio un mostro di simpatia, diciamolo...

@Wiggy: AAAAAAAH Mi hai già indotta, grazie per l'informazione cara!

Elisa ha detto...

Non vedo praticamente mai La prova del cuoco, comunque tifo Antonella Clerici lo stesso, almeno lei il programma e il buon cibo se lo gode davvero. Ora potrei sprofondare nel pettegolezzo più puro e dirti che magari poteva evitare tutti quei vestiti super paillettosi al festival, ma evito!
Un vero peccato che non ci potrai essere il 6 marzo, spero che avremo qualche altra occasione per conoscerci!

tartina ha detto...

@eli: e Vissani? Vogliamo parlare dlel'intrinseca antipatia dello chef Vissani?! "Che bellooo" *_*

@Lady Cocca: ma sai che, spulciando dei siti sulla Prova Del Cuoco per scrivere questo post, ho scoperto anche io la cosa dell'inciucio tra la Isoardi e Rugiati? Che poi lei si lamentava sempre di essere single, ogni puntata sembrava la richiesta di un'agenzia matrimoniale! E invece si è trovata un cuoco, e che cuoco! Ingrasserei con piacere di almeno tre taglie. Grazie cara, ciao!

@Ondy: ti ricordi tuuuutto, tu ;)

@tesh: sì, davvero :( E hai dimenticato un aggettivo: meglio se 'bella', 'magra' e 'stupida'! Meno capiscono, più sembrano essere adatte!

tartina ha detto...

@Milena: anche perché Bigazzi era un personaggio insopportabile! Comunque, detto questo, rimane un programma parecchio interessante ;)

@matteo: ahahahah io ne ho solo una in casa, ed è quasi sempre spenta. Infatti le ricette le prelevo sempre da Internet e dai vostri foodblogs, nello specificio :p La Isoardi va abbattuta :S

@v@le: eheh (: grazie, ciao!

tartina ha detto...

@manu e dilvia: io uguale! E pensare che c'è chi detesta quel delizioso profumo di tartufo... Grazie, ragazze :*

@meringhe: ahahahah ti adoro! Sì, anche a me Bigazzi è sempre stato sui baloons, l'avranno fatto fuori proprio per audience!

@Fiordy: grazie, non avevo visto il post su Dissapore :D Anche secondo me hanno approfittato dell'occasione e hanno fatto fuori Beppe :S Non è che risulti proprio un mostro di simpatia, diciamolo...

@Wiggy: AAAAAAAH Mi hai già indotta, grazie per l'informazione cara!

@Elisa: dispiace anche a me, ma è davvero un problema :( Divertitevi e fate tante foto! Gossip a parte, quei vestiti facevano sembrare la Clerici una sirena arenata in sovrappeso, orrendi!

Rosmarina ha detto...

Agnellino: "Pensavo che mi volessi BBBEEEEENEEEEE!"
Mi piace come hai esposto la tua idea riguardo all'espulsione del tal Bigazzi (non seguo la trasmissione quindi a giudicare dalle due volte che l'ho vista l'avevo classificato come "delizioso dolce vecchino dal sorriso arrendevole/arteriosclerotico", pensatiunpo'te): sono con te. Basta ipocrisie, in "tempi di magra" se magnavano gatti. E pure cani (questa non è documentata, l'ho detta così, e ho fatto male perché così mi vengono in mente immagini sgradevoli - sai che adoro il mio Leo! ;) ). Punto.
I coniglietti non so, sono bellissimissimi e forse non è granché coccolarne uno a casa di una conoscente e mangiare le carni di un suo amichetto poche ore dopo al pranzo domenicale, ma non so, ripeto, a parte la faccenda che sono morbidini e carini e sembrano dei cartoni animati caldi e tridimensionali, non mi disturba mangiarli. (Da questa frase sembro senza cuore...) Inutile dire che lo stesso vale per i porcellini, e in questo sono aiutata a non sembrare un mostro mangiacuccioli dal fatto che i porcellini sono sì carini, ma anche intelligenti, troppo intelligenti, e a volte si mangiano le persone, altre volte i bambini passano davanti al loro recinto in bicicletta per andare a trovare amichetti rinchiusi in buche sottoterra e si immaginano che i maiali POTREBBERO mangiarli (cfr. Io non ho paura).
La porva del cuoco non mi è mai piaciuto, laddove "mai" sta per "da pochi mesi": prima non l'avevo mai visto. Sarà che come dici tu la conduzione precedente era migliore! Mah. Posso dirti un segreto? A me non sta simpatica neppure Antonellina. Mi sembra un po' finta.
Teniamo conto che io odio quasi tutto e praticamente tutti ciò/coloro che sta(nno) in tv, quindi tutto regolare.
Corro a leggere l'ultimo tuo post!

tartina ha detto...

@Mari: sai che? L'Antonellina ha perso parecchio col festival di Sanremo, con quelle mise a Barbie Sirena Obesa che proprio non le stavano bene e il mancato sprint sul palcoscenico dell'Ariston! Comunque ti posso giurare che prima era una trasmissione valida... prima. A me personalmente fanno un po' effetto i volatili! Per dire, il pollo ho cominciato a mangiarlo solamente da due anni! Lepre e coniglio non mi piacciono proprio. Baci, Marii :*

Rosa Forino ha detto...

ciao
ti ho conosciuta per caso e il tuo blog mi ha fatto sentire a casa :-) e si perchè anch'io come te sogno un mondo pieno di golose bontà da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa di kreattiva