sabato 19 dicembre 2009

Da tartina con amore - Biscotti al cocco e cioccolato bianco

A meno di una settimana al Natale (già meno di una settimana?!), sono ancora molte le cose a cui pensare: il menu del cenone, del pranzone e del merendone (a proposito, si accetta qualunque idea in casa tartina, ancora abbiamo da decidere gli antipasti!); gli addobbi (ritardatari, apprestatevi a mettere su un alberello decente! Sono invece da abolire quegli orribili Babbo Natale di plastica che si arrampicano su per le terrazze dei condomini, che più che diffondere lo spirito natalizio fanno venire le lacrime agli occhi per la tristezza); i regali, i presenti, le strenne natalizie. Tutti adorabili sinonimi per andare ad indicare pacchetti colorati tenuti insieme da nastri e fiocchi che è ormai consuetudine scambiarsi il 25 dicembre (o insomma, nei pressi di questa data). Anzi, oggi come oggi la parola Natale viene automaticamente associata al regalo, allo spendere, al consumismo. Sono finiti i tempi di a Natale si è tutti più buoni: diamo il benvenuto all'era di a Natale si dilapida il conto in banca. Infatti, mentre prima donare qualcosa era un atto di generosità e una dimostrazione di affetto verso le persone a cui si teneva veramente, adesso è diventato quasi un obbligo, una forzata consuetudine. Si partecipa alla colletta per regalare un perizoma leopardato alla collega che invece strozzeremmo volentieri con quel filo di tessuto; si regala al compagno di classe che vedremmo bene in una scuola tibetana per asceti un'orrenda candela a forma di putto alato assai inquietante. Quando arriva il Natale, diventa infinita la lista di persone a cui fare un pensierino, finendo per farlo anche a gente che proprio non sopportiamo: l'atto del regalare si trasforma quasi in un obbligo a cui adempiamo per pura cortesia. Un po' come quando festeggiamo il nostro diciottesimo anno di età e facciamo una grande festa a cui invitiamo anche gente che ci sta antipatica. Come caldeggio un ritorno alle feste con pochi intimi, con le persone a cui siamo realmente affezionati, incito anche il ritorno al donare solo a chi ci sta a cuore: ipocrita è fare un pensiero a chi poi parliamo dietro le spalle. Un'altra avvilente questione è la scelta del regalo. I telegiornali supportano l'acquisto di regali improponibili, capaci di prosciugare risparmi e conti in banca: massaggi e acque termali, le ultime novità in campo tecnologico, fughe d'amore negli hotel italiani. I regali proposti dalla Parodi la sera sono più o meno gli stessi tutti gli anni, se ci fate caso. Minimo comun denominatore è che denotano mancanza di originalità, costano un sacco e non significano niente. Quanto è più sincero e sentito regalare per esempio qualcosa che si è fatto con le proprie mani? Significa innanzitutto che il regalo è veramente pensato, poi che è fatto col cuore piuttosto che col portafoglio. E di sicuro troverà maggiore apprezzamento un dono di questo tipo rispetto a una seduta di fanghiglie da appiccicarsi al volto. Importante è anche fare un regalo mirato a chi si vuole bene: se vostra madre desidera tantissimo uno schiaccianoci nuovo perché a forza di rompere il guscio col coltello ha rischiato svariate volte di amputarsi il dito indice, avete già trovato il vostro regalo. E non importa se non è un profumo (banale!) o un set per le unghie o qualcos'altro di estremamente raffinato, perché la cosa fondamentale è che voi l'avete ascoltata, e avete compreso le sue reali esigenze accontentandola. E poi, anche se il dono fatto non è pari alle aspettative di chi lo riceve, non importa: sarà ugualmente apprezzato se fatto con passione e affetto, perché ricevere è bello, ma dare lo è a volte di più.

Accanto alla sciarpa realizzata coi propri ferri mentre si è spaparanzati sul divano del salotto, nella top-list dei regalini home-made, ci sono sicuramente i prodotti culinari: conserve, marmellate, cioccolatini, salse e biscotti. Che cosa c'è di meglio del delicato profumo del cocco e della dolcezza sprigionata dal cioccolato bianco su biscottini dalla friabile consistenza?
Con questa ricetta partecipo alla simpatica iniziativa di Paoletta del blog Anice&Cannella, Io a Natale regalo questi.


Biscotti al cocco e cioccolato bianco

Ingredienti

per la pasta frolla:
300 g farina 00
200 g burro
120 g zucchero
100 g cocco grattugiato
2 tuorli d'uovo
un pizzico di sale

per la copertura:
200 g cioccolato bianco
100 g cocco grattugiato

Procedimento

Sbattere i tuorli con lo zucchero, quindi unire il burro fuso. Aggiungere anche la farina mescolata col cocco e impastare, fino ad ottenere una palla da avvolgere con pellicola trasparente e da porre in frigorifero per un'ora circa. Riprendere la pasta e stenderla col mattarello: con le formine prescelte, ritagliare dei biscotti da porre su una teglia rivestita da carta da forno. Infornare a 180° per 10-12 minuti circa, finché si saranno dorati leggermente. Quando saranno pronti, sfornare e lasciare raffreddare. Una volta freddi, zupparli nel cioccolato bianco fuso e passarli nel cocco grattugiato.

22 commenti:

Carolina ha detto...

Considerali già in forno! Neanche già fatti, ma proprio infornati!
Cocco e cioccolato bianco cosa c'è di più goloso?! Sembra che ci sia nevicato sopra... Hanno proprio l'aria natalizia!

Ah, qua abbiamo la neve... In ritardo, ma sono stata ascoltata... ;)
Un bacio!

Fiordilatte ha detto...

Io mi sono convertita ai regali homemade dall'anno scorso. Chi non apprezza s'arrangia ^^. Io sono stufa di ricevere saponette, profumi o bagnoschiuma di bottegaverde che poi non userò. Mi dà prodondamente fastidio ricevere regali "fatti perché si fa" e quindi farò un pensiero di Natale solo a chi tengo veramene: i miei genitori, il mio fidanzato a cui porterò una valanga di pepparkakor e il regalo vero e proprio sarà una cena fuori per noi due, qualche amica intima e stop.

PS ma quanti regali ti tocca fare quest'anno??? da come scrivi...troppi :)

tesargento ha detto...

Ti prego non farmi ripensare alla mia festa di diciotto anni. Avrei volentieri fatto fuori la metà degli invitati. Ma uscire dal circolo vizioso "lei mi ha invitato io non posso non invitarla" è quasi impossibile. Che la loro presenza abbia reso fastidiosa una serata che avrebbe dovuto essere tra le più belle, mi è però servito di lezione. Credo sia stata l'ultima volta che ho fatto qualcosa per convenzione. La vita iniziata con l'uni è stata all'insegna della sincerità, il mio motto è diventato "sfrondiamo i rami secchi" e quest'anno, a Natale, ho fatto esattamente i regali che avrei voluto fare, e ricevuto esattamente quelli che mi avrebbe fatto piacere ricevere. In realtà alcuni sono solo programmati, verranno scambiati al ritorno a Salerno, quindi ho il tempo di includere questi biscotti last minute:p
Non riuscirò ad assaggiarli però. Quando la ferrero lanciò i Raffaello io (dipendente dal cocco) li ho adottati come unico alimento per tutti e tre i pasti per tipo un mese. Il risultato è che la sola vista del cocco adesso mi fa star male =__=
Fortunatamente i miei amici non sono dei folli che si lasciano coinvolgere da strane dipendenze alimentari, e potranno goderseli anche per me :D
Buon week end delle feste allora
baci
Tesh
p.s. meno di una settimana???odddiiiiiooo devo studiaaaareeeee ;________;

barbara ha detto...

Questi biscottini sono deliziosi Tartina, ottimo abbinamento. Regali homemade anche da parte mia, è bello farli, è bello riceverli. Mi danno fastidio le persone che il 23 si lanciano alla disperata ricerca di regali dell'ultimo momento per gli "amici" -dicono loro- e finisce che prendono la prima stupidaggine che trovano in vetrina, e che non ha nulla a che vedere con la persona cui si dona. Ma a cosa serve? Non è meglio preparare dei biscottini allo zenzero, o una marmellata di mele cotogne o una sciarpa homemade? Ma vanno bene anche i regali acquistati, l'importante è che siano anche "pensati", intendo non fatti tanto per fare. Un abbraccio.

Elisa ha detto...

I Babbo Natale che pendono da finestre e balconi sono semplicemente orribili, concordo con te!
E per quanto riguarda i regali, tocchi un tasto dolente! Quando le persone a cui fai regali sono perennemente a dieta e hanno uno strano rapporto con il cibo, certi pensieri purtroppo sono meno apprezzati!
Comunque, anche se cioccolato bianco e cocco è un abbinamento perfetto, io penso di replicare i tuoi al cioccolato di qualche post fa!

tartina ha detto...

@Caro: sei entusiasta di questi biscottini, cara! infatti sono delicatissimi e davvero buoni (e te lo dice una che non è un'amante del cocco!)
pure qua la neve, in tempo per rovinarmi l'uscita di stasera :( un bacione!

@Giada: uuh mi ero dimenticata il reparto bagnoschiumeria tra i regali più gettonati! vogliamo parlare delle palle effervescenti regalate a chi non ha la vasca in bagno e quindi prettamente inutili?
comunque quest'anno mi è andata bene, perché ho adottato proprio questa filosofia: fare un regalo a chi tengo di più :) l'anno scorso invece andò estremamente peggio :|

@tesh: ecco, proprio quei diciottesimi lì intendevo! esatto, poi si entra nel circolo vizioso "io ti ho invitato, tu no come mai?" e il ricordo di quella che dovrebbe essere una festa memorabile, diventa il ricordo di un incubo! naah, l'indigestione da raffaello! ti prego, assaggiane almeno uno che può darsi ti torni l'amore per il cocco :)
p.s.: tranquilla, respirone. calma e sangue freddo. ce la farai, non farti prendere dal panico :*

@barbara: quello che intendevo, proprio =) può essere anche un regalino comprato, ma l'importante è che sia fatto col cuore :)

@Eli: tu vai di cioccolato nero coi chocolate_crinkle_cookies? buongustaia ;)
e io concordo con te sul regalare specialità culinarie a chi non è in grado di apprezzarli per vari motivi, uff!

eli ha detto...

In Francia esiste un gruppo denominato "liberiamo i nani da giardino" (o qualcosa del genere) e rubano gli orribili nanetti dai giardini. Potremmo fondare il gruppo "Liberiamo i Babbi impiccàti" ( a me fanno quell'effetto). Che ne dici?
Nel mio condominio ce ne sono due, uno di fianco a me e uno di fronte...sono perseguitata!!!
Concordo pienamente anche sui "regali forzati"
I tuoi biscottini sono "Nice & delicious" ;)

tartina ha detto...

@eli: ahahah non sapevo l'esistenza di questa tresca! secondo me avremmo successo comunque in quanto membri di "liberiamo i babbi impiccàti" ;)
glad you like my biscottini :D

manuela e silvia ha detto...

Ciao! buonissimo l'abbinamento tra cocco e cioccolato!
baci baci

Giulia dans le noir ha detto...

Ciao cara! Mi riempie il cuore leggere le tue parole... la stessa sensazione avvolge me ogni volta che il Natale si avvicina, e di considerazioni simili o similari ne ho pensate. Ma tu le esprimi con chiarezza analitica, mentre io rischio di perdermi in divagazioni e rimandi su rimandi... :-)
Anch'io mi sono convertita, anche se tardi (dall'altr'anno), ai regali home made, ovviamente di natura culinaria ;-)
Che buoni i tuoi biscotti... mia sorella adora il cioccolato bianco, quasi quasi te li "copio" e li provo
un abbraccio e buone feste

Giulia

ps: Ho stima di te e ti pongo questa domanda... magari mi puoi aiutare o consigliare :-) Io ho aggiornato con altri due post dopo quello sull'uva, ma non mi registra gli aggiornamenti da nessuna parte, a parte ovviamente sul blog stesso... Né nei blog che mi hanno tra i preferiti né nei programmi di aggregazione di blog come Il bloggatore a cui sono registrata...
Non riesco a capire perchè, e la mia autostima da blogger sta precipitando! :-( cucino anche con meno slancio...
Hai mica una vaga idea o un'ipotesi che spieghi a cosa possa essere dovuto?
grazie
con affetto

Federica ha detto...

questi biscottini devono essere una delizia unica! complimenti!

Tanti Auguri di Buone Feste! ciaoooo

Snooky doodle ha detto...

che belli questi! adoro il cocco. che bonta!

tartina ha detto...

@manu e silvia: ciao ragazze :D

@Giulia: uuh ma grazie, cara! comunque a me piace moltissimo il modo in cui ti "perdi in divagazioni e rimandi su rimandi" :* purtroppo non conosco il modo di aiutarti, ma in effetti io non sono ripassata da te pensando che tu non avessi postato più nulla dall'ultimo post che avevo commentato :( se mi dici così rimedio subito! tanti baci e scusa se non posso esserti d'aiuto!

@Federica: ma grazie :) augurissimi anche a te!

@snooky: grazie anche a te ;) io personalmente non vado pazza per il cocco, ma questi biscottini li mangerei a vagonate :P

Mammazan ha detto...

Non bastano mai le ricette dei biscotti e questa mi piace proprio!!!
Belli, buoni e decorativi...ma quanto dureranno????
Baci e Buon Natale

NIGHTFAIRY ha detto...

Quanto devono essere buoni!

tartina ha detto...

@mammaz: detto fatto, sono finiti il giorno dopo all'ora di pranzo, incredibile :| eheh
baci, auguri anche a te!

@nighty: ooh sì :)

Onde99 ha detto...

Dopo tre anni di regali home made, quest'anno mi sono rifiutata: chiunque, dico chiunque, lo considerava un modo per spendere poco e si disfaceva, appena giravo l'angolo, del simpatico ciotolino di ceramica dipinta contenente il trio marmellata/biscotti/liquorino e decorato con un mestolo della fortuna fatto da me. Senza considerare che avevo speso molto più così che non comprando qualche scemenza. Quindi, stufa di faticare tanto per niente, stavolta ho comprato tutto: le solite banalità, tipo profumi, sciarpe, lingerie... scommetti che la gente che conosco io, superficiale com'è, sarà più contenta?
Invece mi piacerebbe tanto conoscere, come voi, persone che apprezzano dei golosi biscottini al cocco/cioccobianco, uno dei duetti più stimolanti della pasticceria!!!

cavoliamerenda ha detto...

posso entrare nel club?
presenti al cenone della vigilia:quattro
persone a cui ho fatto (e molto volentieri) un regalo:otto
sottoscrivo in pieno quelo che hai scritto con grande simpatia =)

PS:festa del diciottesimo? io non l'ho neanche fatta! =D

Barbara ha detto...

Ciao Tarty,

da un mese mi sono data alla macchia bloggesca, oggi sono rientrata dalla latitanza e questi biscotti mi piacciono molto, adoro il cioccolato bianco. Anche a me piace regalae homemade, se fossi capace sferruzzerei ma non conosco nessuno che possa insegnarmi, quindi vai di cibarie e dolciumi ;)

tartina ha detto...

@Ondina: oh cara, io lo apprezzerei tantissimo infatti il tuo regalino! ma come fa, chi ti circonda, a non riconoscere che è una meraviglia e che mai nessun profumo/sciarpa/lingerie potrà rimpiazzarlo? :| io proprio non me ne capacito! un bacione

@cavoliamerenda: sìsì, benvenuta nel club ;) eheh
meglio non complicarsi la vita con tante feste e/o regali

@Barbie: ahahah io come te, bisogna sfogare la nostra creatività con mestoli e fornelli :P dai foodblog di ricette di biscotti se ne trovano a bizzeffe ultimamente, eheh ;)

Gunther ha detto...

sono dei gran bei biscotti mi piace il sapore del cioccolato e del cocco insieme

tartina ha detto...

@Gun: grazie :D